Home » Alberelli di meringa

Alberelli di meringa

by Col Cavolo

IMG_1218Tra tutte le preparazioni “antipatiche”, le meringhe sono in pole position.
Si perché:
. il forno rimane acceso troppo (economicamente parlando, costano meno confezionate)
. la meringa non si monta bene
. la meringa si monta bene e dopo aver fatto la forma classica sulla teglia, basta girarsi per riempire la sac a poche che ci si ritrova con simpatici dischetti di meringa (tutti uniti. ovvio.)
. la meringa si monta bene, tiene la forma finché passano i primi 10 minuti di cottura e poi ogni meringa diventa una polpetta
. la meringa si monta bene, tiene la forma anche in cottura, ma prima di spegnere il forno si crepano tutte le spumigliette
. la meringa ci odia
Detto questo, ho iniziato la mia vita meringosa con Jack the Skellington in occasione dello scorso2 halloween.
Non dovevano essere tanti Jack, ma tanti fantasmini 3D (vi rimando al punto 4 per le spiegazioni), quindi ho mollato per un po’ la mia vita meringosa.
In questi giorni ho ripreso in mano la situazione ricordandomi che:
. il sale non serve a nulla, inutile metterlo negli albumi per montarli
. le gocce di limone, idem.
Avendo fatto una marea di omini di pan di parmigiano e di sbrisoline (ricetta a breve), mi sono avanzati tanti, ma tanti albumi.
Perché buttarli via?!
Riproviamoci con le meringhe.
Questa volta mi sono uscite davvero.
Ogni 10 minuti spiaccicavo il naso contro il vetro del forno per controllarle e sì, sono rimaste tali e quali. (forse perché si sono sentite minacciate)
Ah, ovviamente fa parte della rubrica natalizia e, confezionati uno ad uno in scatolette di plastica trasparente o in sacchettini trasparenti, possono diventare dei regali home made!

IMG_1200

Alberelli di meringa (con le palline appese, ovvio)

Ingredienti:
140g di albumi (dovrete essere precisi perché il peso degli albumi determina quelli dei due zuccheri)
140g di zucchero semolato
140g di zucchero a velo impalpabile (o classico setacciato)
per completarle:
pandoro
cioccolato al latte
zuccherini colorati o penne-gel per decorare

Preparazione:
Mettete in una ciotola gli albumi e iniziate a montarli con delle fruste elettriche (o una planetaria per evitare i crampi alle mani).
Aggiungete un cucchiaio di zucchero semolato alla volta, lasciando amalgamare bene il precedente prima di aggiungerne di nuovo.
Procedete così fino a finire lo zucchero semolato.
Lasciate montare bene la meringa, fino a quando, mettendo le fruste a testa in giù, il nastro di meringa rimarrà perfettamente immobile.
Ci vorranno circa 15 minuti, abbiate pazienza!
Una volta pronta la meringa aggiungete poco zucchero a velo alla volta mescolando con una spatola dal basso verso l’alto, con movimenti circolari, per non smontare il tutto (con la fatica che avete fatto!).
Se volete aggiungere il colorante, questo è il momento giusto. Vi consiglio quello in gel che non altera la consistenza. Io ho testato 1/3 di fialetta del colorante liquido, non si è smontato nulla, ma non ci riproverei una seconda volta, si sa mai. (E poi l’ho fatto solo perché avevo rimesso nell’armadietto il tubetto di colorante verde in gel VUOTO e non potevo andare a comprarne altro).
Accendete il forno a 100° (io statico, perché è nato così e non ho scelta)
Riempite una sac a poche (ricordatevi la bocchetta a stella) con la meringa e formate gli alberelli su una teglia coperta di carta da forno, infornate in forno caldo avendo cura di tenere lo sportello leggermente aperto. Io ho messo un mestolo di legno per tenere lo sportello aperto poco poco.
Lasciar asciugare le meringhe per 1 ora/1 ora e 10 e poi abbassare il forno di 20°. Proseguire per altri 10 minuti con l’asciugatura delle meringhe, quindi spegnere il forno e lasciar raffreddare le meringhe.
Attenzione: le meringhe non dovranno colorirsi, ma solo asciugare. Quindi, se vedete che si stanno abbronzando, abbassate la temperatura. Io per esempio le ho fatte asciugare per 1 ora e 10 a 80° e poi 10 minuti a 60°.
Quando le meringhe saranno completamente fredde sciogliete a bagno maria il cioccolato al latte, tagliate il pandoro a fette spesse 1-2cm (in base alla grandezza degli alberelli) e, con un coppapasta piccolo ritagliate dal pandoro dei dischetti che diventeranno il tronco degli alberelli.
Dopo aver lasciato intiepidire il cioccolato, con una spatolina riempite i due lati del tronco (tranne quello sotto, che andrà a contatto con la teglia) con il cioccolato, quindi incollateli sotto agli alberelli di meringa.
Lasciate asciugare per almeno un paio d’ore in modo che il pandoro con intorno il cioccolato si indurisca.
Se volete, potete decorare gli alberelli con la glassa, con zuccherini colorati o con le penne-gel di vari colori.
Se poi volete esagerare, prima di servirli, spolverizzate gli alberelli finiti con un pochino di zucchero a velo per simulare la neve.

IMG_1188 IMG_1194 IMG_1196 IMG_1207 IMG_1216
Con questa ricetta partecipo al contest “…e tu? cosa metti sotto l’albero?” di Cucina verde dolce salata

E partecipo al contest “Waiting for Santa” di Architect of taste

Ti potrebbero piacere anche questi

4 commenti

MARI 13 Dicembre 2013 - 12:52

DELIZIOSI !!! sia da vedere che da gustare!!!
Ricetta inserita, grazie e … in bocca al lupo!
ciao MARI

Reply
colkitchenphotos 13 Dicembre 2013 - 12:54

Grazie!!
speriamo crepi 🙂
Un abbraccio

Reply
Cristina Lanaro 29 Dicembre 2013 - 19:39

Ciaooo 🙂
stoprovando a fare la ricetta… ma se io avessi una quantità diversa di albumi basta che cambio la dose di zucchero?

Reply
colkitchenphotos 30 Dicembre 2013 - 8:50

Ciao!
Esattamente, il peso degli albumi determina quello degli zuccheri 🙂

Reply

Lascia un commento