Home » DOLCI REGALI- perchè non c’è due senza tre

DOLCI REGALI- perchè non c’è due senza tre

by Col Cavolo

10846178_10205177489904195_6825643667741726221_n

Oggi niente ricetta!
Lo so, capita raramente, ma quando capita è per una giusta causa.
Chi mi segue assiduamente (masochista!) sa che da un po’ di tempo partecipo all’MTC e sa anche che proprio grazie a questa “sfida” nascono libri.
Sono qui per presentarvene uno nuovo!
Ebbene sì, un altro e nel giro di pochi mesi.

Questa volta, però, invece di ispirarsi ad una sfida singola, come per i precedenti due libri della collana (questo e questo), l’ispirazione è arrivata dalla sfida sul babà per poi studiare il fenomeno che ha segnato la storia della gastronomia tra la fine del XVII e gli inizi del XIX secolo: la nascita e il trionfo della pasticceria come arte autonoma.
Parliamo quindi dei lievitati che portarono alla creazione del babà, dalla Parisienne alla Saint Genix, dal Kougelhupf al Savarin, passando ovviamente da ricette storiche e inedite.
“Dolci Regali” però non è solo riferito al dolce da donare, ma è la fotografia di un’epoca in cui nelle cucine regali prese forma la consapevolezza dell’arte del pasticcere.
I dolci diventarono così il simbolo del potere che i monarchi assoluti rappresentavano: i dolci “gonfi” ad esempio richiamavano il potere esercitato dagli stessi.
Anche se “Regali” significa “dei Re”, nel libro sono presentati molti dolci dei povero perchè anche questi avevano escogitato diverse ricette per poter godere, soprattutto durante le feste o in occasioni speciali, di quel piacere del superfluo come i krapfen, i buns, la torta di rose e molte altre.
Noi della Community abbiamo contribuito con tre sezioni:
quella dello zucchero, con sciroppi e bagne
quella delle creme, con oltre 50 ricette
quella della “Dispensa del Castello”, con una raccolta di liquore, conserve, acque profumate ecc… per arricchire le creazioni.
Tutto questo conta oltre 130 ricette così da poter variare ogni volta la propria creazione e ottenere un dolce sempre nuovo.
Il libro è rallegrato dalle illustrazioni di Mai Esteve e dalle fotografie di Paolo Picciotto (inchino).

1496706_10205177491024223_8404713054231329469_n 10325509_10205177491784242_1683580718916030000_n 10325509_10205177491544236_3986009398536389301_n 1461135_10205177490384207_6745516096280751886_n

Acquistando una copia di Dolci Regali, contribuirai alla creazione di borse di studio per i ragazzi di Piazza dei Mestieri (link:http://www.piazzadeimestieri.it/),un progetto rivolto ai giovani oggetto della dispersione scolastica e che si propone di insegnare loro gli antichi mestieri di un tempo, in uno spazio che ricrea l’atmosfera di una vecchia piazza, con le botteghe di una volta- dal ciabattino, al sarto, al mastro birraio e,ovviamente, anche al cuoco. La Piazza dei Mestieri si ispira dichiaratamente a ricreare il clima delle piazze di una volta, dove persone, arti e mestieri si incontravano e, con un processo di osmosi culturale, si trasferivano vicendevolmente conoscenze e abilità: la centralità del progetto è ovviamente rivolta ai ragazzi che trovano in questa Piazza un punto di aggregazione che fonde i contenuti educativi con uno sguardo positivo e fiducioso nei confronti della realtà, derivato proprio dall’apprendimento al lavoro, dal modo di usare il proprio tempo libero alla valorizzazione dei propri talenti anche attraverso l’introduzione all’arte, alla musica e al gusto.

1978625_10205177491224228_7099396433362858678_n

DOLCI REGALI
Collana “I libri dell’MTChallenge”
SAGEP Editori- Genova
Prezzo di copertina: 18,00 euro
Foto Paolo Picciotto
Illustrazioni Mai Esteve
Editor: Fabrizio Fazzari
Impaginazione: Barbara Ottonello
ISBN:  978-88-6373-317-4

Quindi, per un Natale dolce, anzi, dolcissimo, correte in libreria!

Ti potrebbero piacere anche questi

Lascia un commento