Home » Flan di patate novelle e cime di rapa

Flan di patate novelle e cime di rapa

by Col Cavolo

IMG_9939

Piatto leggero e semplicissimo?
Eccolo!
La ricetta arriva da Jamie Magazine di Aprile, ho semplicemente sostituito un paio di ingredienti e il gioco è fatto.
Adatta (anzi, super adatta) anche a chi non ama stare ai fornelli o non se la cava un granché.
Ma soprattutto è adatta a chi ha poco tempo, ma non vuole rinunciare al gusto.
Inoltre è molto versatile e si può preparare per la famosissima schiscetta.
Vi ho convinto?

IMG_9935

Flan di patate novelle e cime di rapa

Ingredienti (per 12 mini flan):
200g di patate novelle
12 cime di rapa (solo le cimette)
1 cucchiaio di olio
1 cucchiaio raso di dado vegetale home made
1 cucchiaino di senape
100g di crème fraiche
3 uova sbattute
50g di fontina
burro per imburrare la teglia

Preparazione:
Accendete il forno a 190°.
Pelate le patate e tagliatele a cubetti piccoli (circa 1cm).
Fatele bollire in abbondante acqua salata per 6/7 minuti, quindi scolatele e mettetele da parte.
Lavate le cime di rapa e fatele saltare in una padella con l’olio evo, il dado e un paio di cucchiai di acqua.
Dopo circa 5 minuti saranno pronte e morbide.
In una ciotola mescolate la senape con la crème fraiche e le uova sbattute.
Tritate al coltello la fontina (o grattugiatela).
Imburrate la teglia, quindi mettete un cucchiaino di patate, una cima di rapa per flan, un po’ di fontina (tenetene da parte 1/4) e versate il composto di uova.
Aggiungete sulla superficie la fontina rimasta ed infornate per 20 minuti.
I flan dovranno risultare dorati.
Sfornateli e lasciateli riposare 15 minuti prima di servirli.

Nota:
nella ricetta originale venivano usati i cipollotti (6 per l’esattezza) al posto delle cime di rapa.
Essendo una ricetta molto versatile, potete usare la verdura che più vi piace o magari quella che è finita in un angolino del frigorifero e di cui non sapete proprio cosa farne!
Sono perfetti anche per un aperitivo in compagnia!

IMG_9936 IMG_9938 IMG_9940 IMG_9943 IMG_9947 IMG_9948

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su intagram con @col_ph o #colcavolo

Salva

Salva

Ti potrebbero piacere anche questi

6 commenti

Patalice 15 Aprile 2015 - 13:14

…per non essere indecenti, dopo quante bisogna fermarsi?

Reply
Col Cavolo 15 Aprile 2015 - 14:43

Chi ha detto che bisogna fermarsi?! 😉

Reply
Cri 15 Aprile 2015 - 13:18

E secondo me è più meglio con le cimdirap che coi cipolloti. Jamie scansate.

Reply
Col Cavolo 15 Aprile 2015 - 14:44

Jamie, ciapa questa! 😀
(amoti <3)

Reply
Monica 16 Aprile 2015 - 9:54

Mi piacciono le ricette sempliciiiii ! In questi periodi dove il tempo per tutto è poco ci vogliono proprio.
E mi piace la tua rivisitazione… ti posso rubare quella tazzina ben piena per un antipastino? 😉

Reply
Col Cavolo 16 Aprile 2015 - 12:04

Anche io ultimamente mi butto di testa su quelle.
Il tempo scarsegggia e mi ritrovo a preparare i piatti la sera e fotografarli la mattina alle 8, prima di correre in ufficio…
Ti aspetto con la ciotolina pronta 😉

Reply

Lascia un commento