Home » Flat lay: come scattare in modo perfetto? 5 regole (+1)

Flat lay: come scattare in modo perfetto? 5 regole (+1)

by Col Cavolo
Flat lay: come scattare in modo perfetto? 5 regole (+ 1)

Il flat lay è uno dei metodi più amati su instagram, ecco come realizzarlo in modo perfetto

Amo i flat lay.
Quando sono ordinati, minimal, magari anche legati ad adv, ma senza essere forzati.
Credo siano uno dei metodi migliori per mostrare un prodotto in modo originale, se ben studiati.

Come si fa, però, ad ottenere lo scatto perfetto?
Vediamo insieme le 5 regole per creare un flat lay a prova di instagram.

1// Lo sfondo
Solitamente nei flat lay si predilige uno sfondo uniforme, magari tinta unita o, al massimo, con una texture ben definita e che non disturbi come ad esempio il marmo (bianco o nero non importa) o il legno.
Essendoci solitamente tanti oggetti in uno scatto, è importante non disturbare con uno sfondo troppo colorato per non togliere l’attenzione.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Col Cavolo (@col_ph) in data:

2// La composizione
Non si buttano le cose a caso nell’inquadratura.
Sembra scontato, ma non lo è. Quando si studia un flat lay, per essere facilitati, mettete lo schermo della fotocamera in live view sopra al piano su cui state lavorando, già in posizione di scatto, così potrete sistemare gli oggetti in modo preciso, guardando attraverso lo schermo della fotocamera per capire cosa sarà incluso e cosa no.

3// La luce
Il modo migliore per gestire le luci è: iniziare usandone una sola.
Preferibilmente naturale, magari al mattino. Ma se ciò non è possibile utilizzate una luce bianca il più neutrale possibile e recuperate le ombre mettendo dei pannelli di polistirolo dalla parte opposta rispetto alla luce per “rispedire” la luce da dove arriva e illuminare le zone più in ombra.

flat lay - luce

4// La palette
Sono fissata con i colori, forse per la mia formazione artistica, ma ci sono cose che non si possono vedere ed è giusto che il mondo sappia. Non farò nomi, ma voglio darvi dei suggerimenti pratici e veloci.
Ecco qui una raccolta delle palette di colori per creare delle composizioni armoniche.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Col Cavolo (@col_ph) in data:

5// Il taglio
Innanzitutto decidete il taglio della fotografia, se orizzontale, verticale o quadrata, tenendo sempre presente che, se le scatterete per instagram, le dimensioni saranno 4:5 (o 5:4) o 1:1.
Quando poi si costruisce la foto, tenendo presente il formato, si baderà a cosa sarà tagliato: si può scegliere di tenere tutti gli oggetti al centro, includendo buona parte dello sfondo, oppure tagliare gli oggetti che rimangono sui bordi, ma con un senso. Qui non c’è una regola ben precisa, bisogna scegliere cosa ci rappresenta di più e cosa ci piace.

5 + 1// La post produzione
Ci sono diverse app, anche semplici da usare, per la post produzione.
Non serve essere dei photoeditor provetti per fare delle modifiche a grandi linee, diciamolo. (Per tutto il resto ci sono corsi o l’accademia -che non ho fatto per nulla a quanto pare-).
Tra le mie app preferite ci sono:
– snapseed
– lightroom
Di solito le uso combinate, entrambi versioni free, per ottenere la soluzione migliore.
Non sono una fan dei presets, perchè mi piace modificare ogni scatto a sè cercando la soluzione estetica migliore.

Vi interessano i post relativi alle foto?
Di cosa volete che si parli nei prossimi?
Lasciatemi un commento qui sotto così posso prepararli in base alle vostre esigenze.

Ti potrebbero piacere anche questi

Lascia un commento