Home » Friselle (con o senza pomodorini)

Friselle (con o senza pomodorini)

by Col Cavolo

IMG_0183Buon lunedì!
Oggi è l’ultimo appuntamento del lunedì lievitato.
Inizia a fare caldo (molto caldo, Antò!) e la voglia di accendere il forno è sempre minore (molto minore).
Non potevo però lasciarvi senza una ricetta “a lunga durata” e soprattutto perfetta per un aperitivo o un pasto leggero e con tutti i profumi dell’estate.
Si sa che Brescia sia una città marittima e che i nostri naviganti un tempo si portavano dietro le friselle per poterle bagnare con acqua di mare e condire con i pomodorini, altra specialità della città nordica.
Giusto?
No eh?!
Vabbè, ve le propongo comunque!
L’olio utilizzato però è pugliese e l’origano pure, me l’hanno portato dalla Puglia e sono stata in cucina a scrollarlo (come si dice?!) per bene.
Quindi beccatevi ‘ste friselle e ci vediamo a settembre con l’accensione del forno.
No.
Non vi libererete di me per ora!
Ah, la ricetta arriva direttamente da “Pane, focacce, grissini” di Teresa.

IMG_0201

Friselle

Ingredienti:
1kg di farina di semola di grano duro (io Senatore Cappelli)
600g di acqua tiepida
15g di lievito di birra fresco
12g di sale fine

Preparazione:
In una ciotola versate 350g di farina.
A parte sciogliete il lievito nell’acqua ed unitelo alla farina, quindi iniziate ad impastare.
Aggiungete il sale ed il resto della farina e continuate ad impastare.
Quando l’impasto sarà ben liscio ed elastico, formate una palla e mettetelo in una ciotola coperta con pellicola trasparente.
Lasciatelo lievitare fino al raddoppio.
Trasferite l’impasto su una spianatoia e dividetelo in 20 pezzi (10 se volete fare le frese grosse).
Formate dei filoncini quindi chiudeteli formando una ciambella e metteteli a lievitare su una teglia coperta con carta da forno.
Quando saranno raddoppiati, accendete il forno a 190° ed infornateli non appena il forno arriverà a temperatura.
Infornate le vostre ciambelle per 15 minuti, quindi sfornatele e lasciatele raffreddare completamente su una gratella.
Tagliate a metà orizzontalmente le ciambelle e riposizionatele su una teglia coperta con carta da forno tenendo la parte tagliata verso l’alto.
Accendete il forno a 180° ed infornate per 20 minuti, quindi abbassate la temperatura a 140° e continuate la cottura per altri 30 minuti.
Le friselle dovranno biscottarsi.
Sfornate le friselle e lasciatele raffreddare completamente.
Conservatele in un sacchetto per alimenti ben chiuso.

IMG_0193

Friselle con i pomodorini

Ingredienti:
6 friselle
10 pomodorini pachino
sale
olio
origano

Preparazione:
Spennellate la superficie delle friselle con acqua, quindi aggiungete un pizzico di sale.
Tagliate in pezzi piccoli i pomodorini e disponeteli sulle friselle.
Condite con un filo di olio e una spolverata di origano.
Servite!

IMG_0205 IMG_0206 IMG_0190 IMG_0197 IMG_0199

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su intagram con @col_ph o #colcavolo

Ti potrebbero piacere anche questi

4 commenti

Monica 7 Luglio 2015 - 11:16

Mmmmm che buone! Anche Cortina è un paese di mare, assolutamente, e qui le friselle le mangiamo tutti i giorni…
Seee certo!
Ma sono facilissime, devo provare, ma in effetti temo più la prova-forno della prova-costume 😀

Reply
Col Cavolo 8 Luglio 2015 - 12:24

Oh sì, ci credo che le mangiate tutti i giorni!
Bellissimo il mare di Cortina 😀
Sono davvero semplici e con questo caldo lievitano in un attimo, il problema è la prova-forno.
Diciamo che a me ha aiutato a perder peso per la dieta 😀

Reply
Monica 7 Luglio 2015 - 14:19

Noi qui siamo in una città di mare…ma per ora le friselle non le ho ancora provate.
Sapessi da quanto tempo le ho in programma, ma finisce sempre che arriva l’autunno ed io le friselle non le ho fatte…e anche quest’anno se continua così (Antò fa proprio tanto caldo!) sarà uguale!!! Quanto mi piacciono però, brava Nicol!!!

Un abbraccio
monica

Reply
Col Cavolo 8 Luglio 2015 - 14:52

Voi siete fortunati 🙂
Questi giorni col caldo che fa è una sfida mettersi davanti al forno, lo so…
Ma se dovesse mai passarti per la testa l’idea di farle, beh fanne in quantità (quasi industriale) così per un po’ sarai a posto.
Sempre che ti durino 😀

Grazie :*
Un abbraccio!

Reply

Lascia un commento