Home » Frollini alla carota con orange curd

Frollini alla carota con orange curd

by Col Cavolo

Da quanto tempo non preparo i biscotti?
Tantissimo!
Fortuna sono venuti in mio aiuto Dani&Juri aka Acqua e menta vincendo l’MTC del mese scorso.
La sfida che hanno scelto, per questo giro, è dolcissima e non potevo che essere contenta.
Ah no, sono a dieta, giusto.
Per limitare i danni quindi ho preparato i frollini ricchi di vitamine e il curd all’arancia è senza burro.
E ne ho mangiati solo 2.
Ho rovistato nella cassetta bio di BioExpress di questa settimana ed ho trovato delle arance dolcissime, quale occasione migliore per fare il pieno di vitamine?
Sono partita dalla farcitura per poi atterrare sulla frolla montata, quella fatta durante il corso di pasticceria con il Maestro Ceresa, aggiungendo la farina di carote.
Sublimi.
Si sciolgono in bocca, sono friabili e la crema avvolge il tutto.
Ah, dimenticavo, la forma iniziale doveva essere un’altra.
Poi mi sono esplose 5 sac a poche ed ho gettato la spugna.
Potete vedere comunque come sarebbero usciti, in mancanza di esplosioni.
Se volete raddoppiate le dosi, sono sicura che non avanzeranno.

frollini alla carota_01

Frollini alla carota con orange curd

Ingredienti:
per i frollini:
185g di burro a temperatura ambiente (20° circa)
185g di zucchero a velo
2 uova medie
320 g di farina 00
37 g di farina di carote

per il curd all’arancia (da una ricetta di Donna Hay, riadattata):
160ml di succo di arancia (appena spremuta)
100g di zucchero semolato
2 uova medie
1 cucchiaio di fecola di patate
1/2 baccello di vaniglia

Preparazione:
Innanzitutto preparate i frollini.
Accendete il forno a 180°.
In una ciotola versare il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo ed iniziare a montare il tutto con le fruste elettriche (o la planetaria con la frusta).
Sarà pronto quando risulterà una spuma bianca e ferma, come la panna montata (dice il Maestro Ceresa).
Aggiungete, una alla volta, le uova ed incorporatele bene.
Setacciate le due farina ed unitele al composto, mescolandole con una spatola (oppure a mano).
Trasferite il composto in una sac a poche e formate tanti mucchietti di impasto su una teglia coperta con carta da forno, quindi pressateli con il dito, al centro, per formare un incavo.
Infornate i biscotti per 10-15 minuti nel forno caldo, finchè sarano dorati.
Non preoccupatevi se sembrano morbidi, nel raffreddare diventeranno perfetti.
Nel frattempo preparate il curd.
In un ciotola resistente al calore mescolate con una frusta il succo d’arancia con lo zucchero e le uova.
Unite la fecola e i semidella vaniglia, quindi mescolate bene per evitare la formazione di grumi e trasferie la ciotola sul fuoco, a bagnomaria.
Continuate a mescolare il compposto con una spatola finché si addenserà.
Togliete il curd dal fuoco e lasciatelo raffreddare completamente.
Prima di servire i frollini, riempite l’incavo con l’orange curd.

Nota:
In caso potete servire i frollini separati dall’orange curd, così chi non è a dieta può tuffarli direttamente nel barattolo dell’orange curd, oltre a mangiarlo a cucchiaini, ovvio.

frollini alla carota_02 frollini alla carota_06 frollini alla carota_03 frollini alla carota_05 frollini alla carota_07 frollini alla carota_08

Con questa ricetta, quindi partecipo all’MTC n°56 “I biscotti”.

mtc 56

Sponsored by Weck & BioExpress

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su instagram con @col_ph o #colcavolo oppure pubblicala su facebook.

Salva

Ti potrebbero piacere anche questi

11 commenti

tizi 22 Aprile 2016 - 15:23

questi biscottini sono uno splendore, tra arancia e carota hanno dei colori bellissimi e chissà che buoni saranno! come hai fatto a mangiarne solo due?!? io ne finirei un barattolo in dieci minuti 😉

Reply
Col Cavolo 28 Aprile 2016 - 10:46

Il segreto è: falli e poi regalali subito!! 🙂
Sono profumatissimi e riesci a distinguere bene i sapori, grazie 🙂

Reply
Angelica Rodriguez 23 Aprile 2016 - 17:25

WOW !!! SO GOOD !!!

Reply
Col Cavolo 28 Aprile 2016 - 10:45

Thank you! 😀

Reply
Dani 23 Aprile 2016 - 23:17

Ciao Nicol! I tuoi biscotti devono essere molto buoni e in quell’orange curd viene voglia di infilarci un cucchiaio e mangiarla tutta. Grazie per tutte le dritte che hai dato nel tuo articolo, l’MTC è soprattutto condivisione di tutti quei piccoli segreti e trucchetti che ciascuno di noi intercetta!

Reply
Mariangela 24 Aprile 2016 - 18:39

Bello l’orange curd! E senza burro poi!
L’aggiunta della carota mi piace moltissimo. Brava come sempre Nicol!

Reply
Col Cavolo 28 Aprile 2016 - 10:45

Siiii bisogna stare a dieta qui! 🙂
Grazie mille Mariangela <3

Reply
Teresa 24 Aprile 2016 - 22:24

Farina di carote??! Posso chiederti dove la trovi? Non vedo l’ora mi metterci su le mani! Arance e carote sono tra i cibi che preferisco in assoluto, tant’è che le ultime fanno praticamente parte della mia alimentazione giornaliera da sempre :))) L’aspetto, poi, è davvero invitante…golosissimi!!!

Reply
Col Cavolo 28 Aprile 2016 - 10:44

Ebbene sì! L’ho presa a Golositalia, insieme ad altre farine “particolari” come piselli, spinaci…
Se hai un essiccatore potresti essiccare le carote e poi polverizzarle, per ottenere lo stesso risultato.
Se no, appena arrivo a casa ti do il nome del mulino 🙂
Grazie mille!

Reply
alessandra 28 Aprile 2016 - 10:28

ma sai che mi piace di più questa forma che non quella”da sac a poche”? la trovo molto più chic, meno scontata, più cool (cool cavolo, ti piace come nuovo nome di battesimo?)
E comunque: abbinamenti centratissimi e ok la montata della frolla. Forse un niente più alta, ma siamo proprio nell’ordine della pignoleria.
Invece, via la fecola dal curd. so che in internet girano queste ricette e so anche che in questo modo ci si mette a vento da rischi che in realtà non si corrono: chi addensa è il tuorlo e con quelle dosi si può stare tranquilli che farà ilsuo dovere. Se poi vuoi un’alternativa più setosa e profumata, aggiungi un cucchiaio di olio extravergine leggero. Vedrai che spettacolo. Comunque brava brava, brava: una delle prove più originali e convincenti.

Reply
Col Cavolo 28 Aprile 2016 - 10:41

Cool cavolo, mi piace!
Diciamo che la fecola non mi fa impazzire, ma non ho nemmeno mai pensato di poter sperimentare e toglierla (anche perchè tendo a non prepararlo spesso, per non mangiarmelo a cucchiaiate aspettando che si raffreddi a dovere).
Grazie per la dritta, potrei sperimentare l’olio evo del Garda, che adoro e che sono sicura non darà fastidio al gusto del curd, anzi, ne arricchirà i profumi!
Grazie davvero 🙂
(avevo paura dopo il super pippone di stamattina!)

Reply

Lascia un commento