Home » Laugenbröt (i panini che io chiamavo “pretzel buns”)

Laugenbröt (i panini che io chiamavo “pretzel buns”)

by Col Cavolo

IMG_0158Buon lunedì!
Siete rientrati dal weekend lungo?
Io sono rimasta a casa a riposare, preparare il mio orto urbano e sfornare qualche dolcetto in totale tranquillità.
Il lievitato di oggi arriva direttamente dalla parte super nordica dell’Italia.
Quando vado in Trentino adoro mangiare questi panini e ne faccio sempre scorta per poterli portare a casa!
Ho poi scoperto grazie a Monica che non si chiamano pretzel, ma laugenbröt (per l’esattezza laugenbrötchen quelli piccolini).
Farciteli con un paio di fette di speck e pappateveli anche per colazione, vi sentirete subito in Trentino!
Buon inizio settimana!

IMG_0157

Laugenbröt

Ingredienti:
500g di farina w260
270g di acqua
10g di lievito di birra
8g di zucchero
30 g di burro
10g di sale

per cuocerli:
1l di acqua
40g di bicarbonato
10g di sale

Preparazione:
In una ciotola mettete 150g di farina.
A parte sciogliete il lievito in acqua tiepida ed unitelo alla farina, quindi mescolate velocemente e lasciate riposare il tutto 30minuti a temperatura ambiente.
Aggiungete il resto della farina, il burro a cubetti, il sale ed impastate fino ad avere un impasto liscio, elastico e ven incordato.
Formate una palla e trasferitela in una ciotola, coperta con pellicola traspare te, quindi fatela lievitare fino al raddoppio in un luogo caldo.
Coprite due teglie con carta da forno.
Dividete l’impasto in pezzi da 35g (dovreste ottenerne circa 20) e formate delle palline.
Lasciatele riposare 10 minuti e nel frattempo portate ad ebollizione l’acuqa con il bicarbonato ed il sale ed accendete il forno a 200gradi.
Fate cuocere ogni panino in acqua bollente per 30 secondi, quindi toglietelo con una schiumarola, mettetelo sulla teglia con caeta da forno e spolverizzatelo con il sesamo o i semi di papavero.
Proseguite fino a finire i panini.
Praticate due tagli sulla superficie di ogni panino con un coltello ben affilato.
Infornate i panini per circa 15 minuti, fino a quando risulteranno ben dorati.
Sfornateli e lasciateli intiepidire prima di servirli.

IMG_0161 IMG_0162 IMG_0165 IMG_0167

I panini sono piaciuti anche all’intruso!

IMG_0166

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su intagram con @col_ph o #colcavolo

Ti potrebbero piacere anche questi

2 commenti

Monica 4 Maggio 2015 - 16:29

Come ben sai li adoro, è il pane che più sforno e ho sempre tantissime scorte in freezer, perché è saporito e bellissimo. I tuoi sono bellissimi e quel miciotto curioso ha subito capito che sono buonerrimi! Brava brava brava!

Reply
Col Cavolo 4 Maggio 2015 - 16:40

Io ne ho fatti 20.
Ne ho messi in freezer 16.
Si sono già dimezzati, ti dico solo questo *_*
Li a-d-o-r-o!
Grazie grazie grazie <3

Reply

Lascia un commento