Home » Pan coniglio per Pasqua e Pasquetta

Pan coniglio per Pasqua e Pasquetta

by Col Cavolo

IMG_3311

*Dlin dlon*
Comunicazione di servizio:
nessun coniglio e/o altro essere vivente è stato maltrattato durante le riprese e l’esecuzione della ricetta.
*Fine comunicazione di servizio.
La gente è strana.
Anzi, direi MOLTO strana!
Ieri i miei uovo-muffin (questi!) sono stati additati da personaggi di vario genere in quanto “pulcini triturati vivi e cotti, lessi, soffritti o vivi e cotti nell’uovo”.
Io dico.
Ma siamo fuori di testa?!
Eppure ricette vegetariane/vegane ci sono su questo blog e continuano ad arrivarne di nuove!
Io intanto mi faccio grasse risate.
Non riesco proprio a capire come la gente possa arrivare a pensare che una fudbloggah (o una persona qualunque) si immagini di triturare pulcini o a cuocerli vivi direttamente nelle uova!
Forse dovrei pubblicare la ricetta della Sviluppina!
Riscuoterebbe un sacco di successo.
(me lo segno in agenda).
Tornando a noi, mi ero appuntata un sacco di ricette per Pasqua, ma sono come il Bianconiglio.
“è tardi! è tardi! è tardi!!”

Ve le proporrò il prossimo anno!
Sì, ok mancano due giorni a Pasqua, ma devo riuscire a preparare un’altra ricetta.
Non posso perder tempo!!
“è tardi! è tardi sai! io son già in mezzo ai guai!”

IMG_3308

Pan coniglio per Pasqua e Pasquetta

Ingredienti:
500g di pasta per la pizza pronta
passata di pomodoro (io la passata 500 Cirio)
farina per il piano

Procedimento:
Mettere la pasta per la pizza in una ciotola coperta con un canovaccio bagnato per circa 2 ore a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo necessario, trasferire l’impasto su un piano infarinato e procedere con la lavorazione.
Accendete il forno a 250°.
Formare una pallina e successivamente un rettangolo che taglierete a metà nel verso della lunghezza e userete per creare le orecchie.
Formate con le dita degli incavi nelle orecchie e versate un cucchiaino di passata di pomodoro.
Infornate per circa 30 minuti, fino a quando il pane risulterà ben croccante.
Sfornate, lasciate intiepidire e servite.

Nota:
Potete creare gli occhi con delle olive, da mettere prima (o dopo) l’infornata.
Riguardo i baffi, potete fare dei buchi e inserire gli stick di bretzel, io ho usato gli stuzzicadenti.

IMG_3309 IMG_3314 IMG_3316 IMG_3305

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su instagram con @col_ph o #colcavolo

Ti potrebbero piacere anche questi

2 commenti

Gata da Plar 18 Aprile 2014 - 14:45

no… aspetta… vorresti dire che ho lasciato questa mattina un commento PROPRIO su QUELLE UOVA pensando fosse un dolce e invece ti c’hai frullato i pulcini e cotti dentro? :DDDDDDD
oddiommiostoammoriiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

Nicol mia… scherzi a parte… credo che certe “bubbole” vengano fuori dal web grazie alla voglia di scherzaer di qualcuno, che trova le foto in giro e così, per ridere, le gira ad un amico/a con la battuta e da lì vien fuori tutto il marasma…

E il bello è che la gente CI C-R-E-D-E!!!!!

mi sa che, come genere umano in generale, abbiamo sabbia al posto del cervello… :DDDDD

Oh a proposito… Stracomplimenti per questo panconiglio!

Baciotti!

Reply
colkitchenphotos 18 Aprile 2014 - 14:57

Si! La gente ci crede davvero!!
Ci sta che uno decida di evitare di nutrirsi di esseri viventi, ma ste cavolate dei pulcini frullati non si possono sentire!!
E pensa che vanno avanti ancora oggi!!
Ma sai, almeno posso farmi grasse risate e confermare il detto “non è importante che ne parlino bene o male, l’importante è che ne parlino!”.
Vuol dire che in qualche modo si ricorderanno di me 😀

Grazie mille per il panconiglio (che non è vero eh! mi raccomando!!) 😛

Reply

Lascia un commento