Home » Pizza in teglia con stracciatella, carpaccio di tonno rosso e pomodori confit

Pizza in teglia con stracciatella, carpaccio di tonno rosso e pomodori confit

by Col Cavolo

Da troppi giorni manco su queste pagine.
Una serie di eventi mi ha portato ad avere i tempi limitatissimi e, purtroppo, a non riuscire a pubblicare altro durante questi 20 giorni (ommioddio 20 sono tantissimi!).
Ritorno però e voglio farlo col botto.
Sopratutto con un lievitato, visto che è lunedì e con IL lievitato italiano per eccellenza: la pizza.
Ma neanche una pizza qualsiasi, LA pizza di Antonietta, vincitrice dell’MTC del mese scorso e santa donna che ogni giorno ci aiuta e risolve i nostri dubbi riguardo l’impasto della creatura.
Una volta sola ho preparato una pizza (in tre versioni), se non calcoliamo quelle prese dal freezer ed infornate, ed ero abbastanza in ansia per il lavoro che mi toccava affrontare.
Sono partita quindi dalla pizza in teglia con maturazione in frigorifero, mentre attendevo il corriere con la pala in legno per fare quella al piatto.
Un lavoro rilassante, con una lunga attesta ampiamente ripagata.
L’impasto di Antonietta ormai è stato adottato da tanti e pure io ora mi candido a diventare madre adottiva perchè è davvero un impasto sublime!

pizza in teglia_05

Pizza in teglia con stracciatella, carpaccio di tonno rosso e pomodori confit

Ingredienti:
per l’impasto (tratto da Antonietta) idratazione al 65%:
450g di farina (con il 12,5% di proteine)
290ml di acqua
12g di sale
1g di lievito di birra fresco

20 pomodori ciliegini
olio extravergine di oliva
sale
1 trancio di tonno rosso (freschissimo o precedentemente abbattuto)
stracciatella
olio al basilico

Preparazione:
In una ciotola formate una fontana con la farina setacciata, quindi aggiungete il lievito di birra in una tazzina di acqua (prelevata dal totale), il resto dell’acqua ed il sale sulla farina, verso il bordo della ciotola.
Iniziate ad incorporare la farina con le dita, quindi ribaltate l’impasto sul piano di lavoro ed impastate per 10 minuti (tempo indicativo!) piegando e schiacciando l’impasto più volte senza strapparlo.
Sarà pronto quando risulterà liscio.
Trasferite la palla di impasto in una ciotola e copritelo con pellicola trasparente, quindi lasciatelo lievitare per un’ora a temperatura ambiente.
Spostate la ciotola in frigorifero per 8-18 ore.
Togliete l’impasto dal frigorifero e lasciatelo acclimatare per 2 ore o fino a quando risulterà gonfio.
Versate l’impasto sul piano di lavoro e stendetelo con le mani, dal centro verso il bordo, senza schiacciarlo.
Infilate gli avambracci sotto l’impasto e trasferitelo in una teglia da 32cm di diametro, oleata.
Lasciate lievitare altre 2 ore l’impasto.
Dopo 45 minuti preparate i pomodori confit.
Accendete il forno a 180°.
Tagliate i pomodorini a metà e disponeteli in una teglia con la parte tagliata rivolta verso l’alto, quindi irrorateli con un filo di olio evo e sale.
Infornate per 1 ora, finché si saranno asciugati bene.
Alzate la temperatura del forno al massimo (io 250°) e lasciatelo in temperatura per 15 minuti, quindi infornate la teglia con la pizza.
Cuocete la base della pizza per 20 minuti. Se vedete che sotto si presente bianca abbassate di un piano la teglia, viceversa, alzatela.
Sfornate la pizza bianca e tagliatela a fette.
Disponete su ogni fetta un po’ di stracciatella, del carpaccio di tonno appena affettato al coltello, un pomodorino confit e completate con un filo di olio al basilico.
Servite subito.

Ps.
Vi dico un segreto:
ieri sera mi era avanzata metà pizza bianca, allora ho acceso il forno a 200° e, mentre andava in temperatura, ho portato ad ebollizione una lattina di pomodori pelati.
Li ho aggiustati di sale, quindi li ho schiacciati con una forchetta e messi sulla base della pizza.
Ho infornato tutto per 7 minuti, quindi ho sfornato la pizza, tagliata a fette e servita con la stracciatella.
Come appena fatta!

pizza in teglia_01 pizza in teglia_02 pizza in teglia_03 pizza in teglia_04 pizza in teglia_06 pizza in teglia_07 pizza in teglia_09 pizza in teglia_010 pizza in teglia_011

Con questa ricetta ovviamente partecipo all’MTC n°58: La pizza

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su instagram con @col_ph o #colcavolo oppure pubblicala su facebook.

Salva

Salva

Ti potrebbero piacere anche questi

8 commenti

Tamara Cinciripini 21 Giugno 2016 - 12:17

…In questo articolo vedo la pizza a regola d’arte : perfetto l’impasto, la lievitazione e la stesura. ..e il risultato è syraboliante! Per non parlare poi del condimento che hai utilizzato! Bravissima!

Reply
Col Cavolo 26 Giugno 2016 - 18:53

Grazie, grazie, grazie <3
Ora che sono tutta rossa, vado a nascondermi in un angolino, con una fetta di pizza però! 😉

Reply
Antonietta 22 Giugno 2016 - 23:07

Nicol nulla da dire sull’impasto, stesura e farcitura: ho seguito e cercato di rispondere alle tue domande, frutto di una voglia di approfondire e fare bene.
Hai voluto farla bianca e ti è stato permesso, visto che nel regolamento si dava libertà per la farcitura.
Però con tutto questo impegno che ci hai messo e gli ingredienti scelti e abbinati con cura, se avessi fatto una pizza canonica, mettendoci almeno i pomodorini durante la cottura, e la stracciatella e il tonno verso la fine, penso che il risultato sarebbe stato ben oltre tutte le aspettative.
Magari potresti provare anche così
Comunque grazie per il tuo contributo

Reply
Col Cavolo 26 Giugno 2016 - 18:54

Eh, hai ragione!
Tant’è vero che, quella avanzata bianca, la sera è finita in forno con la passata di pomodoro e sì, era ancora più buona.
Grazie per tutte le dritte che mi hai dato, sono preziosissime!

Reply
tritabiscotti 27 Giugno 2016 - 11:32

Sei una maga, posso dirlo? Le foto sono sublimi, ma non basta quello.. Tu hai una tecnica invidiabile, per non parlare dei gusti scelti per la farcitura! La prossima volta vengo mi autoinvito!

Reply
Col Cavolo 4 Luglio 2016 - 12:02

Eh insomma, non esageriamo! <3
Però voglio riprovare questo impasto, per avere un risultato migliore, quindi sei invitata davvero 😉

Reply
Monica 28 Giugno 2016 - 11:39

Maaaaa, mi ricordavo di aver commentato cotanta meraviglia!
L’abbinamento mi piace tantissimo (e poi la stracciatella l’adoro, come ben sai!) e poi è bella e ben fatta…c’ho l’acquolinaaaaaaa!
Che fame, voglio assolutamente provare questo connubio, brava ciccina <3

Reply
Col Cavolo 4 Luglio 2016 - 12:04

si può sempre migliorare, ma sì, era davvero buonissimo! *_*
dai che ti ospito a pranzo <3

Reply

Lascia un commento