Home » Salsa di pere caramellate

Salsa di pere caramellate

by Col Cavolo

IMG_9949

Quando inizia la primavera ed il primo caldo ho sempre voglia di insalata, verdura e frutta come se non ci fosse un domani.
Per conto mio mangerei super insalatone sia a pranzo che a cena.
In ufficio mi sono portata pure un mini frullatore con la bottiglia (al posto della brocca classica) per far merenda con un buon frullato di frutta fresca.
Poi ecco, vado a pranzo dalla nonna e scopro che mi ha preparato lo stufato. Con la polenta. Con 30° al sole.
Ma questa è un’altra storia.
La salsa che vi propongo oggi arriva direttamente dal libro dell’ikea (avete letto bene!) “In cucina Naturalmente!”.
Trovo che sia carino (anche la differenza delle 2 carte utilizzate per la stampa), ricco di ricette e consigli utili per non sprecare, riciclare, risparmiare, e preparare piatti gustosi dando un’occhio al portafogli e all’ecosostenibilità.
Questa è una delle ricette del riciclo proposte, ma ve la spiego “da zero”.
Ottima sia sull’insalata che su un piatto di patate bollite e tagliate a cubetti, magari avanzate dal giorno prima.

IMG_9955

Salsa di pere caramellate

Ingredienti:
250g di pere mature
1 cucchiaio di olio evo estratto a freddo (io Crudo dop)
1 cucchiaino di zucchero di canna
1 rametto di rosmarino

2 cucchiaini di aceto balsamico (io aromatizzato ai fichi, ma va bene anche l’aceto di mele)
40ml di olio evo estratto a freddo (io Crudo dop)
sale
pepe

Preparazione:
In una padella piuttosto larga fate scaldare leggermente l’olio.
Pulite le pere, togliete il torsolo e tagliatele a fette sottili (lasciando la buccia).
Disponete le pere nella padella senza accavallarle, quindi aggiungete il rosmarino e lo zucchero di canna.
Alzate la fiamma e fate caramellare le pere da entrambi i lati.
Mettete da parte e lasciate raffreddare completamente.
In un frullatore mettete le pere (rosmarino incluso) con l’aceto balsamico, l’olio evo, sale e pepe macinato al momento.
Frullate tutto fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.
Conservatela in frigorifero.

IMG_9950 IMG_9951 IMG_9954 IMG_9956 IMG_9958 IMG_9959IMG_9963

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su intagram con @col_ph o #colcavolo

Consigli per gli acquisti:
io ho acquistato l’olio (ed un altro prodotto che vedrete più avanti) su UFUUD, un nuovo portale e-commerce che commercializza le eccellenze italiane.
Dal mio punto di vista è molto semplice, immediato e ben suddiviso in categorie in modo da trovare immediatamente il prodotto che si sta cercando.
Nel caso invece che capitiate sul sito senza un’intenzione ben precisa riguardo gli acquisti, vi dico solo: preparatevi a voler tutto! 😉
In un paio di giorni poi mi è arrivato il pacco, perfetto, con i prodotti imballati alla perfezione.
Devo ancora provare il secondo prodotto, ma ve lo consiglio!
Dimenticavo, sul primo ordine vi arriverà il 25% in più dei prodotti, che ne dite, lo proviamo?

Ti potrebbero piacere anche questi

2 commenti

Monica 17 Aprile 2015 - 8:38

Fino a qualche anno fa io non mangiavo l’insalata. Più che altro per principio. Poi ho scoperto che l’insalata non era solo radicchio o rucola amara, ma ne esistevano mille varianti che mia mamma non ha mai voluto mostrarmi. Ora, soprattutto a pranzo che abbiamo pochissimo tempo per mangiare, ne sperimento di tutti i tipi e questo condimento è meraviglioso. Quel libro mi piace un sacco, è da tanto che non lo sfoglio, stasera lo recupero dalla libreria. Un baciotto e bellissime foto, soprattutto quella con la gocciolina che cola dal cucchiaino *__*

Reply
Col Cavolo 17 Aprile 2015 - 10:19

Io ho passato le ultime estati a nutrirmi quasi esclusivamente di insalata, principalmente tenerina o iceberg.
La adoro quando fa caldo e non mangerei nulla *_*
Fortuna hai cambiato direzione!
Grazie sempreee <3

Reply

Lascia un commento