Home » Tonno in crosta con panatura di pistacchi e pomodori secchi

Tonno in crosta con panatura di pistacchi e pomodori secchi

by Col Cavolo

Oggi scopriremo insieme una ricetta leggera ma dai sapori caldi e forti, che si sposa meravigliosamente con la stagione autunnale. Si tratta di un piatto gustoso ma anche salutare, dato che il tonno è un pesce azzurro ricco di grassi polinsaturi Omega 3, e di altri elementi nutritivi importanti. Si tratta però di un piatto in cui il pesce sarà servito appena scottato, e il tonno dovrà quindi essere di qualità, rischiando altrimenti di diventare deleterio per la salute di chi lo consuma. Per non incorrere in rischi inutili, quindi, si consiglia di cucinarlo solamente se abbiamo la certezza di avere davanti a noi un pesce freschissimo.

Come riconoscere il pesce fresco? La carne dev’essere elastica e le squame aderenti ad essa, mentre le branchie devono profumare di alghe e non avere muco. Inoltre, l’occhio incavato e opaco non è mai un buon segnale, e lo stesso discorso vale per la colonna vertebrale che si stacca. Se però non ci si fida delle proprie capacità di analisi, dato che serve esperienza per poterlo riconoscere, si può sempre pensare di farsi portare il pesce fresco direttamente a domicilio, assicurandosi così della sua qualità e sicurezza, e senza doverlo andare a prendere di persona in pescheria. Vediamo quindi quali sono gli ingredienti e come cucinare questa semplice ma gustosissima ricetta.

Ingredienti

  • 600 grammi di tonno
  • 1 cucchiaio di semi di papavero
  • 3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
  • 20 grammi di pangrattato
  • 50 grammi di granella di pistacchio
  • 30 grammi di pomodori secchi sott’olio
  • Sale fino (q.b.)

Preparazione

Per prima cosa dovete tagliare il trancio di tonno fresco nel senso della lunghezza e mantenendo uno spessore pari a circa 3 centimetri. In secondo luogo, occorre sistemarli in una terrina e bagnarli con un filo di olio extravergine d’oliva.

A questo punto arriva il momento di preparare il trito per la panatura, sminuzzando i pistacchi e i pomodorini secchi. Questi ultimi, però, vanno prima asciugati con la carta da cucina, in modo tale da liberarli dagli olii in eccesso. In una terrina a parte, dovrete sistemare i pistacchi e aggiungere poi il trito di pomodorini, insieme al pangrattato e ai semi di papavero.

Dopo averli mescolati, dovete prendere le fette di tonno e pressarle contro il trito, su entrambi i lati, in modo tale da far aderire la panatura. Ricordatevi di fare questa operazione anche lateralmente, e verificate che l’intera superficie del tonno sia stata panata a dovere.

Per quanto concerne la cottura, questa deve avvenire in una padella antiaderente, ma soltanto dopo aver riscaldato un filo d’olio, aspettando che sfrigoli. A quel punto è possibile mettere i tranci di tonno panato e tenerli un minuto per ogni lato, girandoli una sola volta. In sintesi, la cottura dev’essere rapida e durare in totale 2 minuti circa, per dorare la panatura mantenendo però l’interno delle fette di un vivo colore rosa. Infine, i tranci di tonno cotti vanno tagliati a fettine.

Una ricetta semplice ma gustosissima, perfetta per queste giornate autunnali.

Ti potrebbero piacere anche questi

Lascia un commento