Home » La torta di rose morbida della zia Delia (la più buona al mondo)

La torta di rose morbida della zia Delia (la più buona al mondo)

by Col Cavolo

La torta di rose morbida è un dolce lievitato soffice, burroso e che si scioglie in bocca. Finalmente la zia ha decisodi passarmi la sua ricetta segreta e io la condivido con voi

Ogni volta in cui attraverso un panificio o una pasticceria, se vedo in vendita la torta di rose (monoporzione), la assaggio.
Sempre che all’aspetto non sembri asciutta o secca.
E tutte le volte è una delusione.
Non ho mai trovato una torta di rose simile a quella di mia zia (che poi è la zia di mia mamma, ma vabbè).
Quella che preparava lei è soffice, croccante in superficie grazie allo zucchero che si caramella e con una scioglievolezza fuori dal normale, sul fondo, grazie alla crema di burro e zucchero che si scioglie e inzuppa la torta.
Una ricetta da tramandare, ma che ho penato (davvero!) prima di riceverla scritta su un foglietto dove sono specificati i passaggi fondamentali.
Alcuni ingredienti erano inseriti “ad occhio”, un cucchiaio, una tazza.
Io li ho pesati, ho diminuito il lievito (da un panetto a 10g) e l’ho preparata, controllando i tempi di cottura che non erano indicati.
Per la giornata nazionale della torta delle rose, quindi vi propongo la ricetta della zia Delia, che (anche se inconsapevolmente) contribuisce al Calendario del cibo di AIFB la cui ambasciatrice è Valentina di Non di solo pane.

La torta di rose della zia Delia

La torta di rose morbida è un dolce lievitato soffice, burroso e che si scioglie in bocca. Finalmente la zia ha decisodi passarmi la sua ricetta segreta e io la… Lievitati La torta di rose morbida della zia Delia (la più buona al mondo) European Stampa la ricetta
Portate: 10 Tempo di preparazione: Tempo di cottura:
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voto/i )

INGREDIENTI

  • 10g di lievito di birra fresco
  • 300ml di latte
  • 20g di zucchero semolato
  • 600g di farina (io W350)
  • 6 tuorli
  • 300g di burro morbido (di ottima qualità)
  • 300g di zucchero semolato

PREPARAZIONE

In una ciotola sciogliete il lievito di birra nel latte tiepido con lo zucchero.
A parte versate in una ciotola la farina con i tuorli ed iniziate a lavorare il composto (io nella planetaria con il gancio).
Aggiungete il latte con il lievito e lo zucchero e continuate ad impastare per almeno 10 minuti, finchè l'impasto risulterà morbido, elastico ed uniforme.
Formate una palla e lasciate lievitare l'impasto in una ciotola, coperta con pellicola trasparente, in un luogo caldo.
Stendete l'impasto lievitato in un rettangolo, quindi mescolate bene il burro morbido con lo zucchero semolato fino ad ottenere una crema soffice.
Spalmate la crema di burro e zucchero su tutta la superficie dell'impasto, quindi arrotolate il tutto in un cilindro ben stretto (in caso spostate l'impasto su un canovaccio prima di cospargerlo di crema, in modo da facilitare l'operazione).
Tagliate il cilindro in tanti tronchetti e sistemateli in uno stampo coperto con carta da forno.
Accendete il forno a 180°.
Quando avrà raggiunto la temperatura, infornate la torta di rose e lasciatela cuocere per circa 45 minuti, finchè risulterà cotta. Fate sempre la prova stuzzicadenti.
Sfornate la torta di rose e lasciatela raffreddare completamente prima di servirla.

NOTE

Io ho ottenuto 11 rose; ho messo 7 rose in uno stampo a cerniera da 22cm e le altre nei pirottini per i panettoni da 100g. In uno stampo da 26cm ci stanno tutte le rose. Utilizzate una teglia dalla quale non possa fuoriuscire il burro. Se utilizzate una teglia con la cerniera, foderatela con carta da forno.

 

La torta di rose morbida della zia Delia (la più buona al mondo)

La torta di rose morbida della zia Delia (la più buona al mondo)

Sponsored by Le Creuset

Ti aspetto su instagram per vedere le tue ricette! Taggami con @col_ph o #colcavolo oppure scrivimi su facebook.

Salva

Ti potrebbero piacere anche questi

27 commenti

Aurelia 8 Marzo 2016 - 10:19

Bellissime foto che parlano da sole, sulla bontà della torta! Bravissima
Aurelia

Reply
Col Cavolo 8 Marzo 2016 - 11:16

Grazie mille Aurelia!
Un abbraccio

Reply
Mariangela 8 Marzo 2016 - 12:28

Urca che meraviglia! La crema al burro in effetti mi tenta come farcia! Complimenti Nicol, come sempre …bellissime foto.

Reply
Col Cavolo 18 Marzo 2016 - 15:58

Grazie mille!
Eh, la crema al burro è un peccato da poter fare ogni tanto 🙂

Reply
Cristina Tiddia 8 Marzo 2016 - 20:22

Ma che buona!! Un grazie alla zia Delia per aver condiviso con noi la ricetta di questa delizia 😉
Complimenti per le bellissime foto!

Reply
Col Cavolo 18 Marzo 2016 - 15:58

Grazie a te!
Tutto merito della Zia e del suo dolce perfetto 🙂

Reply
Flavia ( Elisa Baker) 9 Marzo 2016 - 10:09

Nicol, non capirò mai chi ha un magnifico archivio di ricette ” vere” di una volta e non è disposto a tramandarle…se la zia Delia ne possiede uno, e so che lo ha se ha una ricetta come questa, lavorala ai fianchi ahahahahhahahahah

Reply
Col Cavolo 18 Marzo 2016 - 15:58

Anche io non li capisco!
Eppure ogni tanto un segreto esce dal cassetto e viene donato.
Io intanto continuo a prendere in prestito le ricette tradizionali eh 😉

Reply
patalice 11 Marzo 2016 - 22:18

…una volta almeno la torta di rose non mi piaceva… ormai amo anche quella!
però bisogna usare un burro particolarmente buono, perché è una torta nella quale il burro si sente… eccome!
la tua ricetta mi ispira, non l’ho mai preparata e l’amerei…

Reply
Col Cavolo 18 Marzo 2016 - 15:55

Il mio problema è opposto: l’ho sempre amata alla follia ed ho sempre rotto i maroni quando la compravo in pasticceria/forneria/bar!
Eh sì, il burro deve essere di ottima qualità, è il tratto distintivo del dolce…
Beh, se passi in centro a Brescia fai un fischio che magari ti ospito a merenda 😉

Reply
Chiara 2 Giugno 2016 - 7:56

Ho fatto oggi questa torta… ero intimorita x via delle quantità di ingredienti molto diverse dal solito (poco lievito, solo tuorli, tantissimo burro)… a me è uscita un disastro.. non ha lievitato, e affoga nel burro… e non è la prima volta che faccio la torta di rose. Ciao

Reply
Col Cavolo 2 Giugno 2016 - 8:53

Ciao Chiara,
innanzitutto mi dispiace molto che sia uscita un disastro.
Il lievito è poco, per rendere l’impasto un po’più leggero, in questo caso dovrai lasciare lievitare la torta per più tempo.
Riguardo il burro, affogava in cottura o prima di infornare la torta?
Se non ha lievitato, durante la cottura la torta non assorbe il burro ed è normale che rimangano separati. Se invece navigava duranrea lievitazione, può essere che l’ambiente in cui l’hai fatta lievitare fosse troppo caldo.
Quanto tempo l’hai fatta lievitare? A che temperatura?
Hai incordato bene l’impasto prima di farlo lievitare?
Fammi sapere, magari troviamo la soluzione 🙂
A presto!

Reply
Chiara 3 Giugno 2016 - 17:29

Ho impastato x 10 minuti come da te suggerito, ho lasciato lievitare 3 ore.. poi ho fatto le rose e lasciato lievitare tutta notte… ma nulla! È rimasta come l’ho lasciata… messa in forno.. e poi ha iniziato a navigare nel burro.
Alla sera ho fatto ancora la torta di rose (con una ricetta classica) e mi è venuta bene… io ho il dubbio che sia l’utilizzo dei soli rossi ad aver creato problemi.
Ciao e grazie x la risposta

Reply
Cri 15 Marzo 2017 - 23:11

Nella ricetta ricetta non c’è scritto di farla lievitare ancora dopo aver fatto le rose. Si deve dare? Grazie

Reply
Col Cavolo 15 Marzo 2017 - 23:16

No, basta lasciarla riposare mentre il forno raggiunge la temperatura e poi si inforna 🙂
Fammi sapere se ti è piaciuta poi!

Reply
Cri 15 Marzo 2017 - 23:17

Volevo dire: si deve fare?

Reply
Cri 15 Marzo 2017 - 23:18

Grazie mille!!!

Reply
Cri 16 Marzo 2017 - 13:49

Ho fatto la torta ed è lievitata benissimo.
Unico inconveniente è stato il burro che è esondato nonostante la carta forno.
Un disastro nel forno! Non è che 300 gr di burro siano troppi? comunque è buona lo stesso. Ciao

Reply
Col Cavolo 19 Marzo 2017 - 20:28

Ciao, se hai uno stampo che non fa fuoriuscire il burro, una volta cotta, mentre la torta si raffredda riassorbe quello in eccesso e ti garantisco che viene buonissima 🙂
Sono contenta ti sia piaciuta comunque!
A presto

Reply
Rachele Molinari 26 Maggio 2017 - 12:32

Nob capisco quanta farina serva

Reply
Col Cavolo 26 Maggio 2017 - 14:22

600g 🙂

Reply
roby 12 Luglio 2018 - 16:47

Io ho fatto lievitare un paio d’ore anche le rose prima di infornare,è diventata altissima soffice e leggera e soprattutto si mantiene bene 2-3 giorni,favolosa direi poco,è la prima ricetta dopo tante che mi riesce così,eccezionale,grazie mille

Reply
Col Cavolo 13 Luglio 2018 - 8:58

Non sai quanto sia felice!! Io adoro questa ricetta e per me è sempre una garanzia…
Sono contenta lo sia anche per te!
A presto

Reply
Giulia 27 Agosto 2018 - 12:21

ciao! La ricetta sembra bellissima e ho intenzione di farla in questi giorni… ma mi sfugge un particolare, non avendo mai fatto la torta di rose: quanto devo far riposare la pasta affinché lieviti? Una volta fatte le rose, deve riposare ancora? E infine un’ultima cosa: dove sarebbe ideale far lievitare l’impasto?
Ti ringrazio molto in anticipo ***

Reply
Col Cavolo 27 Agosto 2018 - 15:40

Ciao Giulia,
vado con ordine:
– solitamente bastano un paio d’ore di lievitazione. Dipende molto da umidità e temperatura (più farà freddo, più tempo ci vorrà), ma se le tieni in un ambiente più o meno caldo e lontano da correnti d’aria (mi raccomando!) lieviteranno in 1ora e mezza/due.
– una volta fatte le rose e averle messe nella teglia, copri con pellicola trasparente e lascia riposare la torta una mezzora. Nel frattempo accendi il forno così sarà a temperatura passato il tempo necessario.
– io scaldo il forno a 30° circa, poi lo spengo, mantenendo però la lucina accesa e inserisco la ciotola con l’impasto, coperta da pellicola trasparente. Non è una cella di lievitazione a tutti gli efetti, ma almeno non l’impasto non subisce shock termici e la temperatura è abbastanza controllata.

Ovviamente se non mi sono spiegata bene o hai altri dubbi scrivimi senza problemi!
E fammi sapere come ti esce 🙂

Reply
Linda 23 Marzo 2019 - 20:12

Ciao! Ma nell’impasto della brioche, niente burro? grazie!

Reply
Col Cavolo 25 Marzo 2019 - 9:47

Ciao Linda, esattamente!
Direi che ce n’è già abbastanza nella farcitura 😉
Fammi sapere come esce 🙂

Reply

Lascia un commento