Home » La Rustica® per Carlo Cracco con quenelle di cioccolatoH2O, caviale di lamponi e scorza di lime (puntiamo in alto!)

La Rustica® per Carlo Cracco con quenelle di cioccolatoH2O, caviale di lamponi e scorza di lime (puntiamo in alto!)

by Col Cavolo

IMG_3890

Vi ho anticipato sabato la storia della mia Rustica per Cracco.
A parte che non pensavo si potesse santificare la gente prima di morire.
Vabbè, le patatine.
Le amo alla follia.
Ne mangerei sacchi e sacchi, tutto il giorno, senza smettere.
Ma non si può.
Devo resistere.
Ovviamente la scadenza del contest era fissata al 18 maggio e io ho mandato il tutto sabato 17.
Non potevo arrivare troppo presto, non è da me.
Ho deciso di partecipare per la categoria “Il gusto di osare”.
Ed ho osato, assai credo.
Dopo aver cercato gli abbinamenti giusti (ed averli assaggiati) ho messo in moto le fruste elettriche e ho preparato tutto.
Ah, la presentazione non doveva essere così, ma l’ho cambiata in corsa, per validissimi motivi.
E poi ho scoperto che potevo partecipare per la categoria “Occhio all’audacia”.
Non vi sembra una faccia?!

IMG_3884

La Rustica® per Carlo Cracco con quenelle di cioccolatoH2O, caviale di lamponi e scorza di lime

Ingredienti:
100g di cioccolato fondente al 75%
acqua io 144g ovvero la quantità di grassi presente nel cioccolato moltiplicato per 100 diviso per 32
125g di lamponi freschi
1g di agar agar
1 bicchiere di olio di semi
La Rustica® San Carlo

Preparazione:
In un pentolino sciogliete il cioccolato con l’acqua a fiamma bassissima mescolando per amalgamare il tutto.
Togliete il composto dal fuoco e mettetelo in una ciotola immersa in acqua e ghiaccio, montandolo con le fruste elettriche finché si formerà una mousse.
Mettete in frigorifero.
Nel frattempo preparate il caviale.
Riducete i lamponi in purea eliminando i semi.
(Io li ho passati con tanta pazienza in un colino spatasciandoli con il cucchiaino.)
In una ciotolina di vetro versate l’olio di semi e mettetelo nel freezer a raffreddare.
In un pentolino mettete la purea di lamponi e portatela a bollore, quindi aggiungete l’agar agar (sciolto in pochissima acqua calda) e continuate a mescolare per un paio di minuti per evitare i grumi.
Toglietela dal fuoco e lasciatela riposare 5 minuti.
Con una siringa senza ago aspirate parte della purea e fatela cadere, goccia dopo goccia, nell’olio freddo facendo sì che sferirifchi.
Scolate le sfere di caviale e sciacquatele.
Siete pronti per comporre il piatto: sulla Rustica mettete una quenelle di mousse (formandola con due cucchiaini), quindi la scorza di lime e il caviale.
Servite e stupite i vostri ospiti!

Nota:
Se non vi si solidificherà la mousse, non disperate! Mettetela in frigorifero un paio d’ore e vedrete che avverrà la magia!

IMG_3885 IMG_3887 IMG_3888 IMG_3892 IMG_3881

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su instagram con @col_ph o #colcavolo

Ti potrebbero piacere anche questi

9 commenti

Annalisa 19 Maggio 2014 - 20:56

Ciao! ! Sono la rana dalla bocca laaaaargaaa….

Reply
colkitchenphotos 20 Maggio 2014 - 10:04

Ahahahahah hai visto?!
Non l’ho fatto apposta, giuro!!

Reply
Monica 20 Maggio 2014 - 9:52

Complimenti, non ho visto le altre ricette in concorso ma questa è davvero fantastica nel suo essere azzardata! In bocca a lupo!

Reply
colkitchenphotos 20 Maggio 2014 - 10:04

Grazie!!
Nemmeno io ho visto le altre e non vedo l’ora che arrivi il 28 maggio per scoprire tutte le proposte!
Crepi il lupo 🙂

Reply
Alice 20 Maggio 2014 - 15:53

Sììì è proprio una faccia!!! 😀 fantastica!!! E… mi hai fatto venire voglia di patatine! 😛

Reply
colkitchenphotos 20 Maggio 2014 - 20:31

Patatine?
Hai detto patatine?
Io ho SEMPRE voglia di patatine!! 🙂
Ahahahah grazie 🙂

Reply
Alice 20 Maggio 2014 - 21:04

Patatineee XD

Reply
Patty 20 Maggio 2014 - 23:01

Se bisogna osare, allora tanto vale farlo alla grande. E qui, mi sembra che siamo proprio su quella strada. Coraggiosissima e tecnica, mi sembra una ricetta da applauso.
Bacione. Pat

Reply
colkitchenphotos 21 Maggio 2014 - 10:02

Mi inchino e timidamente accolgo l’applauso.
Grazie mille!!
Un abbraccio grosso

Reply

Lascia un commento