fbpx
Home » Su quel ramo del Lago di Lecco: gita fuori porta nella città di Renzo e Lucia

Su quel ramo del Lago di Lecco: gita fuori porta nella città di Renzo e Lucia

by Eleonora Atzeni

Non sapete cosa fare nei caldi weekend estivi? Vorreste spostarvi dalla città ma senza spendere una fortuna in costosi alberghi? Ho la soluzione a tutti i vostri problemi. Per la serie“Idee per una gita fuori porta”, ecco a voi Lecco.

Signore e signori siete pronti per un giro nella famosa città manzoniana? 3, 2, 1 e si parte!

A casa di Alessandro per visitare la Villa del Manzoni

Qui la famiglia Manzoni ha trascorso per anni le torride estati lecchesi, è qui che Alessandro ha vissuto la sua giovinezza e le stanze di questa casa ancora conservano la culla dove dormiva, i manoscritti e le lettere redette direttamente dalla sua mano. Interessante il percorso espositivo che viene offerto nel museo manzoniano e soprattutto di pregio la collezione di dipinti situata al primo piano dell’abitazione.

Indirizzo: Via Beato Guanella 1, Lecco,
Costo del biglietto: cumulativo per i poli museali Villa Manzoni, Palazzo Belgiojoso e Palazzo delle Paure
Intero: € 14 e ridotto: € 8 (validità 30 giorni dalla data di emissione).

Arte contemporanea nel centro di Lecco

Dopo una visita a villa Manzoni, vi consiglio di spostarvi nel centro città. Non potete perdervi il Palazzo delle Paure. A dispetto del suo nome, questo spazio non ospita niente di spaventoso ma semplicemente la Galleria comunale d’Arte – sezione di Arte Contemporanea. Piccola ma ben strutturata, la Galleria espone opere di pregio realizzate da artisti del calibro di Mimmo Rotella, Enrico Baj e Arnaldo Pomodoro oltre ad una piccola sezione dedicata alla fotografia.

Indirizzo: Piazza XX Settembre, 22, Lecco

Pescarenico: il borgo dei promessi sposi

Questo bellissimo sobborgo di Lecco è stato immortalato nelle pagine dei Promessi Sposi e, tuttoggi, è considerato un must see per chi bazzica nel lecchese.
Vicoletti dove il tempo sembra essersi fermato e barche adagiate sulla riva del fiume Adda, vi faranno rivivere l’atmosfera descritta nelle pagine del celebre libro. Certo oggi Pescarenico è parte integrante della città e magari non vi capiterà di incontrare stuoie di pescatori intenti a sistemare le loro reti, ma la tranquillità e il fascino del luogo sono rimasti.

Sulle orme dei Promessi Sposi: a Pescarenico si trova il celebre convento dei Capuccini dove risiedeva Padre Cristoforo.In totale relax sul lungolago di Malgrate

Proprio di fronte alla città del Manzoni, a cinque minuti di macchina, vi aspetta Malgrate. Ora, non mentirò dicendo che questa cittadina offre un centro storico entusiasmante o attrazioni particolari. Tuttavia vi segnalo non solo la possibilità di godere di un meraviglioso panorama di Lecco e delle sue maestose montagne (tra cui spicca la Grigna), ma vi permette di fare una passeggiata sul lungolago in totale relax. L’area è stata interamente riqualificata; moderna, funzionale, con giochi di acqua e del verde dove sdraiarsi a prendere il sole e vedere da lontano la caotica Lecco.

Travel tips: ottima location per foto suggestive


A pranzo da Il barcarolo, a cena da Orestino

Non si può certo pensare di visitare Lecco a pancia vuota. Non vorrete lasciare la città senza aver assaporato dell’ottimo pesce di lago o qualche prodotto locale? Ovviamente  no! Per questo vi consiglio un bel pranzetto in riva al fiume Adda da Il Barcaiolo: tanti tavoli all’aperto, piatti di qualità a ottimi prezzi.
Per la cena,invece, un salto da Orestino: lo storico locale nel cuore di Lecco vi accoglie per un lauto pasto semplice e rustico quanto basta. Il conto? Non sarà una brutta sorpresa, potete fidarvi!
Il Barcaiolo: Piazza Era 2, Lecco, località Pecarenico
Ristorante Orestino: Lungolario Cesare Battisti, 5, Lecco

Ti potrebbero piacere anche questi

Lascia un commento

Close