Home » Zuppa di fine inverno

Zuppa di fine inverno

by Col Cavolo

Forse sta davvero arrivando la primavera.
Le temperature però, a parte durante la giornata in cui il sole scalda la pelle, sono ancora basse.
La sera adoro mangiare le zuppe.
Spesso cedo alla tentazione di comprare quelle pronte, nel reparto frigo del supermercato, buone e varie.
Quando ho tempo però prferisco prepararle in casa, con gli ingredienti che magari rimangono nella cassetta bio inutilizzati o in frigorifero in attesa di tempi migliori.
L’ispirazione per questa zuppa è arrivata dallo stufato di zucca, faglioli, porro e rosmarino che ho trovato sull’ultimo numero di Jamie Magazine.
Ovviamente tra tutti gli ingredienti elencati, avevo in casa solo il porro, il cavolo verza e la zucca.
Ho deciso allora di cambiarla, a mio piacimento, ed è uscita una zuppa in grado di scaldare lo stomaco, il cuore e diventare un ottimo comfort food.

zuppa di fine inverno_03

Zuppa di fine inverno

Ingredienti:
1 porro medio
4 cucchiai di olio evo
erbe aromatiche (a piacere, io ho usato rosmarino, basilico, salvia e timo)
500g di zucca, pulita
1 piccolo cavolfiore verde
1 piccolo cavolo verza
1l di brodo vegetale
450g di ceci sgocciolati
450g di lenticchie sgocciolate
pepe (io di Sichuan, mezzo cucchiaino)

Preparazione:
Tagliate a rondelle il porro e fatelo soffriggere nell’olio evo in una padella capiente per 3-4 minuti.
Aggiungete le erbe aromatiche e la zucca a cubetti, lasciate soffriggere un paio di minuti poi coprite tutto con 1l di brodo vegetale.
Portate a bollore, quindi coprite con il coperchio e abbassate la fiamma in modo che vada avanti a sobbollire dolcemente per 20 minuti.
Frullate metà dei ceci con metà delle lenticchie, prelevando un paio di mestoli di brodo dalla pentola.
Aggiungete la purea di legumi nella pentola.
Lasciate cuocere per 15 minuti, quindi unite i ceci e le lenticchie intere, il cavolfiore diviso in cimette, il cavolo verza tagliato a metà, quindi a strisce, il pepe (io pestato) e fate cuocere altri 5-10 minuti, finchè risulteranno morbidi.
Servite la zuppa con un filo di olio a crudo.

Nota:
come ogni zuppa che si rispetti, più volte la scalderete, più risulterà buona.

zuppa di fine inverno_02 zuppa di fine inverno_04 zuppa di fine inverno_05 zuppa di fine inverno_06

Se rifai qualche mia ricetta, taggala su instagram con @col_ph o #colcavolo oppure pubblicala su facebook.

Salva

Ti potrebbero piacere anche questi

Lascia un commento